Dal 1. luglio 2022 gestiamo lo sportello per l'utilizzo e la protezione dei dati per lo spazio formativo svizzero. Gli specialisti forniscono una consulenza gratuita a coloro che si occupano della pratica educativa e ai responsabili dell'educazione.

Temi al centro della pratica educativa

Dal lancio dello sportello, avvenuto circa sei mesi fa, il numero delle domande è in costante aumento. In questo ambito, i temi seguenti sono di particolare interesse per i professionisti che si occupano della pratica nell'educazione:

  • Utilizzo conforme alla protezione dei dati delle applicazioni per l'apprendimento e dei materiali didattici digitali
  • Trasmissione dei dati personali
  • Archiviazione dei dati nel cloud
  • Utilizzo e sicurezza dei dati a scuola o nell'azienda formativa
  • Diritti d'autore delle immagini, dei testi e della musica
  • Utilizzo di dispositivi personali a scopi scolastici (BYOD)

Avete delle domande sulla protezione e l'utilizzo dei dati?

Il 1. settembre 2023 entrerà in vigore la nuova legge sulla protezione dei dati, che avrà delle ripercussioni anche sulla scuola e sull'insegnamento. Avete domande sulla protezione e l'utilizzo dei dati in generale o che riguardano questa nuova legge? Inviateci la vostra richiesta.

Esempio pratico: connessione a servizi online

Quando si creano dei conti di utenti e degli accessi per l'utilizzo di servizi online, spesso sorgono delle domande relative alla gestione dell'identità, come dimostra questo esempio tratto dalla pratica dello sportello:

Quando si crea un accesso si devono utilizzare il nome e il cognome dello studente oppure uno pseudonimo (ad esempio l'indirizzo di posta elettronica)? E il login personale può essere comunicato a terzi?

In linea di principio, per gli indirizzi di posta elettronica si raccomanda di utilizzare dei nomi abbreviati o degli pseudonimi. La scuola ha il dovere d'informare i tutori legali. Le informazioni sul nuovo trattamento dei dati devono essere fornite in tempo utile e contenere l'intenzione, lo scopo e l'utilizzo di tale trattamento dei dati.

Siccome disponiamo di una panoramica di tutti gli organi cantonali, che si occupano dell'utilizzo e della protezione dei dati, vi metteremo in contatto con l'organo competente. A seconda dell'argomento, vi inviamo delle schede informative e gli opuscoli esistenti, come ad esempio il lessico proposto dall'incaricata della protezione dei dati del Canton Zurigo.

Inoltre, Edulog è un partner affidabile in materia di gestione delle identità. Si tratta della Federazione di servizi d'identità nello spazio formativo svizzero, che abbiamo sviluppato su mandato della CDPE. Edulog garantisce un accesso sicuro ai servizi online nelle scuole fino al livello secondario II compreso. Le scuole possono collegarsi ai diversi servizi tramite Edulog. Gli editori di materiali didattici come Klett e Schulverlag Plus, come pure i fornitori di servizi come Dybuster e molti altri, utilizzano già Edulog. Altri fornitori di servizi si aggiungono continuamente.

Esperienze in materia di utilizzo e di protezione dei dati

Mettiamo a disposizione la nostra esperienza in materia di utilizzo e di protezione dei dati. I nostri servizi di consulenza equivalgono a una raccomandazione. Contribuiamo così al continuo sviluppo di conoscenze nel sistema educativo in materia di utilizzo e di protezione dei dati. Oltre a ciò, identifichiamo le problematiche urgenti e le misure da adottare. Lo sportello è deliberatamente inserito nel flusso di informazioni del sistema educativo. I suoi servizi forniscono una buona panoramica delle esigenze e delle sfide delle scuole e delle autorità cantonali dell'educazione. È necessario raggiungere una maggiore coerenza nella gestione dell'utilizzo e della protezione dei dati in tutta la Svizzera.

L'elaborazione delle richieste ci permette di acquisire costantemente delle conoscenze utili per il nostro impegno nello sviluppo di una politica d'utilizzo dei dati a livello nazionale.

Articoli correlati

11.4.2022

In Svizzera, il potenziale dei dati deve essere sfruttato meglio. In tal senso, il Consiglio federale ha pubblicato il rapporto «Creazione di data room affidabili sulla base dell'autodeterminazione digitale», che comprende anche il settore dell'educazione.

31.1.2023

Nel quinto e ultimo episodio del podcast sul rapporto «Digitalizzazione nell'educazione», spieghiamo come determinare la qualità di uno studio e come interpretarne i risultati. Che cosa si deve cercare per stabilire la credibilità e la pertinenza delle affermazioni che sono contenute nello studio?

27.10.2022

Nel sistema educativo è attiva una moltitudine di attori. Questo significa anche che esiste un'ampia gamma di prospettive sui dati dell'educazione. Quando si sviluppa una politica per l'utilizzo dei dati, è un compito impegnativo d'organizzazione politica, tener conto dei diversi obiettivi e interessi della ricerca, dell'amministrazione, della pratica scolastica e delle aziende EdTech.

25.10.2022

Le start-up del settore «EdTech» sono confrontate con numerose sfide in termini di utilizzo e di protezione dei dati. Roman Bruegger, direttore generale di Swiss EdTech Collider, illustra quali sono i successi, ma anche le sfide, delle start-up EdTech nel settore dell'educazione in Svizzera.