Focus

Educa festeggia i 100 anni. In questa occasione volgiamo lo sguardo verso il futuro. Rendiamo visibile la creatività della scuola e nell’insegnamento, nello spazio formativo digitale svizzero. Trasformiamo le esperienze in nuove visioni e mostriamo le possibilità per realizzarle.

I dati sono una risorsa essenziale nello spazio formativo digitale. Contribuiscono a migliorare il sistema educativo e la riuscita dell’apprendimento, inoltre hanno un potenziale innovativo.

Internet ha abbattuto i confini a noi familiari ed ha creato dei nuovi modelli commerciali. Restano però gli spazi giuridici territoriali tradizionali. Noi mettiamo in relazione le prospettive tra il sistema educativo federale e gli attori mondiali.

La didattica utilizza la tecnologia. Questa piccola frase è la testimonianza del grande dinamismo presente nelle scuole. I mondi virtuali, la robotica e l’intelligenza artificiale stanno cambiando le scuole dall’interno verso l’esterno. Noi esploriamo l’impatto che hanno le nuove tecnologie sull’educazione.

L’identità degli allievi è un bene particolarmente prezioso, che merita di essere protetto, soprattutto nello spazio digitale. Per questa ragione, i Cantoni hanno creato la Federazione Edulog, che stabilisce delle regole identiche per tutti i fornitori d’identità e di servizi. Noi realizziamo e sviluppiamo, quindi, questo spazio di fiducia.

25.8.2021

Dybuster è stato uno dei primi fornitori di servizi ad aggregarsi a Edulog. L’azienda svizzera sviluppa programmi per l’apprendimento delle competenze scolastiche di base, quali l’ortografia e la matematica. Il condirettore Christian Vögeli spiega il motivo che ha spinto l’azienda ad aderire a Edulog.

23.8.2021

Il progredire della digitalizzazione sta modificando rapidamente l’apprendimento, l’insegnamento e la vita nelle nostre scuole. Lo stato e gli effetti della digitalizzazione, nel sistema educativo svizzero, sono evidenziati per la prima volta nel rapporto «Digitalizzazione nell’educazione».

12.8.2021

I negoziati contrattuali con Classtime SA sono giunti a conclusione. Con la sottoscrizione del nuovo contratto quadro, le scuole in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein possono ora acquistare le licenze scolastiche a condizioni commerciali uniformi. Il contratto crea pertanto le basi per un impiego legalmente conforme del servizio.

Altre notizie

22.9.2021

Quali prestazioni dell’amministrazione pubblica dovrebbero essere digitalizzate per prime? Quali sono le priorità nella trasformazione digitale? La Confederazione lancia un sondaggio pubblico su questo tema a imprese, organizzazioni e cittadini.

16.9.2021

La registrazione del webinar sull’impatto della nuova Legge federale sulla protezione dei dati nel settore formativo è visibile su Youtube o sul sito di Cyber sicuro. L’obiettivo del webinar è stato quello di creare un momento di confronto e condivisione di esperienze didattiche che riguardano la trattazione dei dati sensibili e la sicurezza delle informazioni.

16.9.2021

L’ultima edizione della rivista «SEFRI News» è dedicata al tema della digitalizzazione nel settore FRI. Presenta il piano d’azione per la digitalizzazione 2021-2024 e una selezione di progetti di digitalizzazione – compresi due nostri progetti.

15.9.2021

La CORSI, in collaborazione con il CERDD, ha ideato un progetto che sensibilizza sul suo ruolo, destinato alle classi di quarta media e del post-obbligatorio. Con questo percorso s’intende sviluppare nei giovani uno spirito critico nei confronti delle informazioni trasmesse dai media tradizionali e dai social media.

6.9.2021

L’attività, che si terrà dal 22 al 26 novembre, permette agli allievi della Svizzera romanda d’analizzare delle produzioni e di creare dei contenuti mediatici quali testi, foto, audio e video. Il tema delle cinquanta attività che saranno proposte è «Informarsi per comprendere il mondo».

2.9.2021

Il Consiglio di Stato ginevrino ha approvato due progetti di legge per l’investimento di 18 milioni di franchi affinché, le sedi della scuola dell’obbligo e del secondario II, vengano dotate delle infrastrutture necessarie per l’educazione digitale.

30.8.2021

I giovani vengono in contatto con varie forme di discorsi d'odio online. Il rapporto JAMESfocus, redatto dalla ZHAW, indica le grandi differenze esistenti tra le ragazze e i ragazzi nella percezione e nella valutazione dei commenti d'odio.

18.8.2021

Nelle scuole vodesi si generalizza l’educazione digitale. Dal rientro nel mese di agosto 2021, concerne più del 20% degli allievi della scuola dell’obbligo dei diversi cicli. Nelle scuole secondarie partiranno delle fasi pilota. Questa propagazione riguarda la strategia digitale del Canton Vaud.

16.8.2021

L’introduzione, nella griglia oraria del 7. anno, di una lezione di educazione digitale, è una tappa importante nella realizzazione del futuro Piano d’azione della formazione digitale giurassiano. Non si tratterà solo d’istruire gli allievi all’uso del digitale ma di portarli a una riflessione sul digitale e i media.

12.7.2021

Nell’ambito del progetto «Centro di competenze digitalizzazione & educazione», del piano d’azione per la formazione IT, nel Canton San Gallo sono state designate nove scuole modello, che svilupperanno e testeranno scenari per sfruttare il potenziale della digitalizzazione per l’insegnamento e l’apprendimento.

5.7.2021

Nell’ambito dell’iniziativa per la promozione della digitalizzazione delle alte scuole pedagogiche zurighesi (DIZH), vengono finanziati, con un contributo di 4 milioni di franchi, dieci progetti innovativi. L’obiettivo è di promuovere la collaborazione tra la ricerca e la pratica, in particolar modo, nei settori dell’educazione e della sostenibilità.

28.6.2021

Minori spesso troppo soli davanti ai dispositivi digitali non sempre hanno la giusta conoscenza delle dinamiche dei social e del mondo del gaming e si espongono così a pericoli di diversa natura. Occorre intervenire partendo da scuola e famiglia, educando anche genitori e docenti a un uso accorto degli strumenti digitali.

Indietro
Altro