Il 28 ottobre 2022, l'Assemblea plenaria della Conferenza delle direttrici e dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE) ha deciso di prolungare di due anni la fase d'introduzione di Edulog.

La CDPE osserva che: «affinché Edulog funzioni, da una parte, ci devono essere i Cantoni, i Comuni e le scuole che forniscono delle identità digitali ai membri della collettività scolastica e, dall'altra, i fornitori privati o pubblici, che offrono dei servizi online. Tuttavia, gli ultimi tre anni hanno dimostrato che l'implementazione di Edulog, in seno al sistema educativo, sta richiedendo più tempo del previsto. La CDPE ha quindi deciso di prolungare la fase introduttiva fino alla fine del 2024. Nel frattempo, Edulog deve affermarsi come la soluzione di autenticazione utilizzata maggiormente in tutta la Svizzera.»

L'infrastruttura tecnica è operativa dall'autunno 2020. A fine ottobre 2022, 11 fornitori d'identità di 9 Cantoni avevano aderito a Edulog, disponendo di 14 servizi online.

I Cantoni, che stanno già utilizzando Edulog, si dicono molto soddisfatti del sistema e della collaborazione con la segreteria; si lamentano, invece, dell'esiguo numero di servizi online a disposizione. Nel complesso, Edulog, come servizio di base, ha già avuto un effetto positivo sul panorama educativo. Infatti, Edulog ha portato a un chiarimento completo delle questioni tecniche, organizzative e legali (fra l'altro, la protezione dei dati) e, in generale, promuove la collaborazione sistematica tra i Cantoni in merito alle questioni relative alla digitalizzazione.

«  Nel complesso, Edulog, come servizio di base, ha già avuto un effetto positivo sul panorama educativo.  »

Reto Schwendimann, responsabile della gestione di Edulog, accoglie con favore il prolungamento della fase introduttiva: «La segreteria offre un supporto tecnico, organizzativo e di protezione dei dati per accompagnare i Cantoni nell'adesione a Edulog. Abbiamo constatato che la partecipazione e la realizzazione variano da cantone a cantone e dipendono da molti fattori. I Cantoni hanno ribadito la loro volontà e si sono dati del tempo supplementare per sostenere ampiamente l'introduzione di Edulog. Ci auguriamo che questo abbia un impatto positivo su scala nazionale.»

Con il nuovo contratto di prestazioni 2022-2024, la segreteria di Edulog riceverà il mandato di aumentare costantemente il numero di servizi online, che possono essere utilizzabili tramite Edulog.

Da parte loro, i membri della CDPE sono tenuti a intensificare i chiarimenti sull'adesione e a raggiungere l'adesione a Edulog, firmando il contratto di federazione entro il 2024 o a raccomandare esplicitamente l'adesione ai Comuni. Edulog, da qui al 2024, dovrebbe così ancorarsi maggiormente nel quotidiano scolastico. Nella misura del possibile, i Cantoni saranno sostenuti nella procedura di adesione dalla Segreteria generale della CDPE e dalla segreteria di Edulog. Responsabile del funzionamento tecnico rimane ELCA Informatique SA.

Articoli correlati

20.12.2021

Ida e Adi hanno terminato la scuola Fliedermatte e prenderanno strade diverse. Nel video (tedesco e francese) spiegano cosa succede con Edulog e il loro pseudonimo.

29.11.2021

Perché il trattamento e la protezione dei dati sono importanti per Edulog? Quali sono i dati e cosa ne fa Edulog? In un video Ida e Adi spiegano cosa significa l’affermazione «Edulog è sicuro».

14.9.2022

Un'importante casa editrice si unisce a Edulog: Schulverlag plus, i cui Cantoni di Argovia e Berna ne sono proprietari entrambi a metà, sviluppa e distribuisce materiali didattici in lingua tedesca per la scuola dell'obbligo. Jonathan Sejnoha, responsabile dello sviluppo e della trasformazione digitale, spiega perché Schulverlag plus ha aderito a Edulog.

26.4.2022

Adi e Ida hanno lasciato la scuola Fliedermatte e proseguono la loro formazione. Ida frequenta un liceo bilingue francese-tedesco. Adi le rende visita e scopre come Edulog ha accompagnato la sua vecchia compagna di classe.