Con la chiusura della piattaforma d’apprendimento online educanet², è nata l’idea di proporre una panoramica delle applicazioni attualmente disponibili per l’insegnamento e la vita scolastica quotidiana. La pandemia ha dato un impulso al lancio e, nel marzo 2020, abbiamo così proposto Navigator (francese). A quel momento, avevamo già selezionato una quindicina di applicazioni. Ora, a un anno e mezzo di distanza, abbiamo pubblicato la centesima applicazione.

Lo sviluppo di Navigator

Con il tempo, abbiamo però costatato che le categorie, definite inizialmente per l’amministrazione, la collaborazione, la comunicazione e la pianificazione dell’insegnamento, non includevano adeguatamente la varietà delle applicazioni. Per questa ragione, l’elenco è stato completato con la categoria Insegnamento, nella quale sono presentate le applicazioni attualmente destinate all’insegnamento. Navigator non si è solo ampliato in termini di contenuto, ma si è pure sviluppato sul piano tecnico. Al fine di meglio supportare le utenti e gli utenti nella ricerca di un’applicazione idonea al loro lavoro, le nuove applicazioni, e quelle che vengono aggiornate, sono catalogate individualmente e la funzione di ricerca di Navigator è stata ampliata.

Le applicazioni destinate a persone invalide o con bisogni educativi particolari devono essere adattate per poter assicurare l’accesso a questi servizi. L’utilizzo di computer e di smartphone convenzionali è possibile a condizione che le applicazioni utilizzate e i servizi siano concepiti per un uso «senza barriere» e nel rispetto delle norme d’accessibilità.

Navigator in cifre

Disponibilità delle applicazioni, secondo la lingua: Tedesco = 95%, Francese = 58%, Italiano = 40%, Ingelse = 60%, Altre lingue = 30%

Disponibilità delle applicazioni, secondo la lingua

Più di 100 applicazioni sono ora disponibili in diverse lingue, nella proporzione paragonabile alla ripartizione delle lingue ufficiali in Svizzera: la maggior parte delle applicazioni è in lingua tedesca, ma anche il francese e l’italiano sono ben rappresentati. Le applicazioni sono destinate a gruppi di utenti mirati e la maggior parte sono rivolte alla scuola dell’obbligo e al livello secondario II.

I dati costituiscono un bene molto prezioso. Le attuali tecnologie dell’informazione e della comunicazione permettono una catalogazione quasi illimitata delle informazioni scelte e una messa a disposizione che sfugge al controllo. La protezione dei questi dati dunque è altrettanto importante. Con la possibilità di confrontare tra loro le diverse applicazioni nel settore della protezione dei dati, Navigator crea pure la trasparenza e offre un orientamento in materia di sicurezza informatica e giuridica.

Articoli correlati

Il 1. settembre 2023 è entrata in vigore la nuova legge federale sulla protezione dei dati. Per i privati (comprese le aziende) e gli organi federali ciò comporta importanti cambiamenti nel modo di trattare i dati personali e di fornire informazioni.

Le scuole elaborano, memorizzano e gestiscono molti dati (personali) sensibili. Il nostro nuovo dossier «Scuola conforme alla protezione dei dati» sostiene le scuole nella gestione dei dati personali con l'aiuto di strumenti pratici. In questo modo può essere rafforzata la fiducia nelle scuole e migliorata la protezione dei dati.

La convenzione esistente con Microsoft (in precedenza chiamata «contratto quadro») è stata prolungata fino alla fine di luglio 2025. Un parere legale esterno constata che le convenzioni quadro precedenti non costituiscono una base per la legge sugli appalti pubblici.