Il contratto quadro con Classtime SA disciplina le condizioni contrattuali relative all’acquisto e all’utilizzo della piattaforma basata sul web per gli esami e il controllo dello stato di apprendimento. L’accordo sancisce le condizioni legali e commerciali applicabili e offre condizioni di acquisto uniformi agli istituti di istruzione aventi diritto alla partecipazione. In questo senso vengono pertanto create le basi contrattuali per un impiego legalmente conforme di Classtime.

Collaborazione con privatim

La Conferenza degli incaricati svizzeri per la protezione dei dati «privatim» ci ha affiancato intensamente con funzione consultiva nell’ambito delle negoziazioni con Classtime. Da parte nostra abbiamo recepito e implementato integralmente le raccomandazioni formulate da privatim. In tale novero rientrano per la prima volta anche i requisiti risultanti dalla sentenza Schrems-II. Classtime ha pertanto implementato ulteriori misure tecniche e organizzative volte a garantire il rispetto di tali requisiti. Segnatamente, Classtime rinuncia a effettuare analisi dei dati di utilizzo. Come contropartita, oltre ai consueti costi di licenza le scuole pagano un forfait annuale per lo sviluppo del prodotto.

Articoli correlati

28.10.2020

Cos’è il criptaggio? Perché è un tema di grande attualità e la sua importanza continuerà a crescere in futuro? E perché il criptaggio è importante per l’educazione e per l’insegnamento a distanza? Alan Moran – responsabile del portfolio digitale e innovazione dell’agenzia specializzata educa.ch – risponde a queste domande.

16.9.2021

La registrazione del webinar sull’impatto della nuova Legge federale sulla protezione dei dati nel settore formativo è visibile su Youtube o sul sito di Cyber sicuro. L’obiettivo del webinar è stato quello di creare un momento di confronto e condivisione di esperienze didattiche che riguardano la trattazione dei dati sensibili e la sicurezza delle informazioni.

28.6.2021

Minori spesso troppo soli davanti ai dispositivi digitali non sempre hanno la giusta conoscenza delle dinamiche dei social e del mondo del gaming e si espongono così a pericoli di diversa natura. Occorre intervenire partendo da scuola e famiglia, educando anche genitori e docenti a un uso accorto degli strumenti digitali.

27.5.2021

Lo spazio digitale svizzero dell'istruzione è sempre più modellato dagli sviluppi nazionali e internazionali, che avvengono al di fuori del settore dell’educazione. È in questo contesto che noi partecipiamo alla Rete di autodeterminazione digitale creata dalla Confederazione.