Perché per Dybuster era importante aderire a Edulog?

Christian Vögeli: Dybuster, nel corso degli anni, ha osservato che, creare un utente per ogni singola offerta, rappresenta sempre un ostacolo nell’utilizzo dell’offerta stessa. Per questa ragione ci siamo convinti che l’idea di base di Edulog, ossia che ogni attore dell’educazione, in particolare gli allievi e il corpo insegnante, dovrebbe avere accesso con un unico login sicuro a tutte le offerte di cui ha bisogno. Con la nostra adesione, abbiamo così voluto sostenere quest'idea. È importante che, nel corso dei prossimi anni, possiamo estendere i nostri programmi, per un utilizzo più ampio e più inclusivo, a un maggior numero di livelli scolastici, e raggiungere così più allievi, che vi potranno accedere facilmente. Infine, volevamo pure dimostrare – per quanto ci riguarda – che tecnologicamente, potevamo far fronte a tale adesione.

Com'è avvenuta l'adesione a Edulog?

Dybuster è stato uno dei primi tre fornitori di servizi ad aggregarsi a Edulog e uno dei primi a integrare effettivamente Edulog a livello tecnico. Nel corso di questa fase, Dybuster, la segreteria di Edulog e ELCA (n.d.r.: azienda responsabile dello sviluppo tecnico) hanno imparato gli uni dagli altri: individuando chi deve porre quali domande e in quale momento – affinché i processi di adesione siano il più semplice possibile – e quali sono i punti tecnici critici che si sarebbero presentati nel corso dell’integrazione. La collaborazione è sempre stata molto buona e cortese, in modo che la segreteria di Edulog ha potuto mettere a punto il processo ed eliminare, o almeno identificare, i punti critici.

«  Ogni attore dell’educazione, in particolare gli allievi e il corpo insegnante, dovrebbe avere accesso con un unico login sicuro a tutte le offerte di cui ha bisogno.  »

 

Con Edulog cosa cambierà?

Edulog motiverà le utenti e gli utenti a lavorare maggiormente con il digitale e a provare con facilità le differenti applicazioni. La creazione, l’amministrazione e il mantenimento di strutture di utenti, spesso parallele, richiedono molto lavoro e costituiscono spesso un ostacolo nella ricerca di novità. Dybuster, durante il confinamento nella primavera 2020, ha potuto mettere in atto un’esperienza molto concreta: abbiamo offerto gratuitamente a tutte le scuole un utilizzo globale dei nostri programmi fino alla fine dell’anno scolastico 2019/2020. Le scuole che hanno accettato questa offerta sono state quasi 300. In pratica, però solamente le scuole che utilizzavano già Dybuster, e conoscevano il nostro sistema, hanno potuto ad esempio ampliare l’utilizzo da 10 a 200 studenti e hanno dunque potuto realmente beneficiare dell’offerta. Molte altre, in quel momento particolare e molto intenso, non avevano le risorse necessarie per fornire un accesso agli studenti. Questo ostacolo sarà eliminato. Ci aspettiamo dunque una maggior sicurezza per le utenti e gli utenti come pure per quanto riguarda i loro dati.

Per concludere, le chiediamo di esprimere un desiderio alla fata di Edulog: cosa le domanderebbe?

Desideriamo che Edulog offra un portale dove le utenti e gli utenti possano connettersi e avere a disposizione i link dei servizi che possono utilizzare. Questi link dovrebbero quindi permettere di accedere a tali servizi senza ulteriori inserimenti di pseudonimi. In questo modo, una utente o un utente disporrebbe di un'unica pagina per la connessione.

Ospite

Christian Vögeli
Christian Vögeli
Condirettore
Dybuster

Articoli correlati

29.4.2021

Klett und Balmer è la prima casa editrice, che pubblica testi scolastici, a far parte di Edulog. Offre così un accesso semplice e sicuro alla sua piattaforma meinklett.ch. Il direttore generale Patrik Wettstein spiega perché la sua azienda ha aderito a Edulog.

22.2.2021

Come le aziende, anche le istituzioni educative sono confrontate con il rischio della digitalizzazione, il quale va affrontato in modo sistematico, efficace ed efficiente. La gestione del rischio è il tema centrale di Edulog, in particolar modo per quanto riguarda la protezione dei dati e la sicurezza dell'infrastruttura.

25.1.2021

Lavori preliminari, firma del contratto, integrazione tecnica: nello spazio di tre mesi, il Canton Giura ha fatto parte del fornitore d’identità Edulog. Un’intervista, in francese, con Martial Courtet, ministro dell’educazione e Cyril Jeanbourquin, responsabile dell'educazione digitale.