Lei lavora per Educa da molti anni ed ha assistito all'esordio di Edulog. Cosa è avvenuto in questi ultimi mesi?

Karl Wimmer: La visione e i concetti astratti dell'inizio sono diventati un servizio consolidato e affidabile. In primo luogo, la segreteria è certificata ISO 27001 dal 2021, ciò conferma l'elevato livello di maturità. In secondo luogo, Edulog rafforza il sistema educativo svizzero facilitando l'utilizzo di risorse per l'insegnamento e l'apprendimento tramite internet. Gli allievi e il corpo insegnante possono connettersi a differenti servizi usando uno pseudonimo e una password, la loro identità digitale resta così protetta. In terzo luogo, Edulog è pure uno strumento che permette all'amministrazione e alla politica dell'educazione di gestire lo sviluppo dell'insegnamento, le scuole e la loro organizzazione. Edulog supporta le decisioni dei servizi competenti, in merito a quali servizi debbano o possono essere utilizzati, da chi e come. Edulog non solo rafforza l'utilizzo dei servizi, ma anche la governance nel panorama educativo digitale svizzero, in cui il sistema educativo svizzero vive, con tutte le sue persone e istituzioni. Mi impegnerò con piacere a far proseguire Edulog, a farlo conoscere e a diffonderlo a livello nazionale.

La convenzione di prestazioni 2022-2024 ha fissato alla segreteria degli obiettivi quantificati riguardo l'acquisizione di fornitori d'identità e di servizi. Questo la preoccupa?

No. Gli obiettivi effettivamente ambiziosi della convenzione di prestazioni si basano sul fatto che i Cantoni hanno riconosciuto il potenziale di Edulog descritto in precedenza. Questi sottolineano la loro volontà d'implementare Edulog nell'organizzazione delle loro strutture informatiche scolastiche. Siamo lieti della stretta collaborazione che si è instaurata con il Segretariato generale della CDPE, che è pure prevista nella convenzione di prestazioni.

La nostra esperienza dimostra pure che l'integrazione tecnica di un fornitore d'identità o di servizi nella Federazione avviene di solito rapidamente. Per questo motivo, abbiamo in ELCA un partner estremamente competente, che è in grado di cogliere e di risolvere in maniera adeguata le difficoltà che potrebbero manifestarsi. Durante il processo di adesione, le istruzioni organizzative e legali che precedono l'integrazione sono spesso più lunghe e costose. In questo settore, la segreteria si avvale di una fondata esperienza, grazie alla quale supportiamo i fornitori d'identità e di servizi nel loro processo di adesione.

«  I Cantoni hanno riconosciuto il potenziale di Edulog.  »

Si tratta della storia dell'uovo e della gallina? I fornitori d'identità aspettano l'adesione dei fornitori di servizi e viceversa?

All'inizio dell'attività, nel 2020, la storia dell'uovo e della gallina era effettivamente vera. I Cantoni, i comuni, le scuole, come pure i servizi online, dovevano essere convinti della visione ed essere pronti a rompere gli indugi, prendendo una decisione coraggiosa. Attualmente, questa soglia è stata superata. Un numero significativo di fornitori d'identità e di servizi partecipa a Edulog. Le loro reazioni sono per la maggior parte positive e costituiscono senza ombra di dubbio l'argomento più convincente per persuadere altri potenziali partecipanti ad aderire a Edulog. La palla è dunque nel loro campo: noi abbiamo messo a disposizione il terreno, ora necessitiamo di squadre per giocare. Che siano i Cantoni, i comuni, le scuole o i fornitori di servizi.

Qual è per lei la principale utilità di Edulog?

Aiutare le scuole. Da una parte Edulog semplifica l'utilizzo dei servizi online agli allievi, al corpo insegnante e alle scuole. Dall'altra, Edulog fornisce un quadro di fiducia per l'utilizzo dei loro servizi d'identità digitali in tutta sicurezza legale al momento delle connessioni ai diversi servizi. È stato l'obiettivo iniziale al momento della progettazione e della messa in funzione di Edulog, oggi è l'impatto che produce Edulog.

Lei assume la gestione del progetto Edulog. Cosa cambierà?

Nulla. Michael Jeitziner ha guidato lo sviluppo di Edulog e la segreteria fino alla fine di gennaio 2023. Ha fatto un ottimo lavoro e non c'è motivo di aggiungere grandi cambiamenti. Piuttosto, cercheremo di continuare ad ampliare l'espansione costante di Edulog. L'obiettivo è innanzitutto quello di far partecipare al progetto un maggior numero di fornitori d'identità e di fornitori di servizi. Inoltre, vogliamo certamente mantenere l'alto livello di affidabilità. Esiste un potenziale da parte dei partner di Edulog. Siamo in grado di coinvolgerli maggiormente e di organizzare lo scambio di esperienze tra di loro.

Ospite

Articoli correlati

Le direzioni scolastiche sono in prima linea per quanto concerne la digitalizzazione. Si trovano in mezzo alle tensioni tra il corpo insegnante, le alunne, gli alunni e i genitori. Thomas Minder, il presidente dell'associazione mantello delle direzioni scolastiche della Svizzera tedesca (Verband Schulleiterinnen und Schulleiter Schweiz VSLCH), parla delle sue esperienze e di Edulog.

Klapp semplifica la comunicazione tra il corpo insegnante, genitori e studentesse e studenti e permette di amministrare le informazioni importanti come messaggi, calendari e assenze in un unico luogo centralizzato. Questo servizio online è ora accessibile tramite Edulog. Karin Burkhalter, membro del comitato di direzione di Klapp, racconta di questa adesione.

Edulog viene utilizzato anche nella formazione professionale. Il servizio online bin-educa supporta la formazione delle falegnami e dei falegnami in Svizzera. L'accesso tramite Edulog consente di risparmiare tempo durante le lezioni e contribuisce alla mobilità di apprendiste e apprendisti nei diversi luoghi di apprendimento.

L'inizio dell'anno è una buona occasione per fare il punto della situazione. Come si sta sviluppando la Federazione? Quanti fornitori di identità e di servizi sono partner? Cosa ci si può aspettare per il 2024? Le risposte a queste e ad altre domande si trovano in questo articolo.