Cosa intendiamo esattamente per blockchain? A cosa servono se facciamo astrazione dalla frenesia per le criptomonete? Che rapporto hanno con la formazione? E che ne è del federalismo svizzero? In breve: cosa si nasconde dietro e dentro questa formula magica digitale che è la «blockchain»?

Prendiamo il coraggio a due mani e poniamo questa domanda al centro del nostro convegno. Ma, noi – e probabilmente, anche voi – abbiamo poco a che fare con la magia. Necessitiamo di fatti. E di risposte a tutte le domande che si nascondono dietro ai grandi titoli dei giornali.

Il programma sarà altamente interattivo, estremamente concreto, incentrato sulla formazione in Svizzera. E, diciamolo: non possiamo escludere un pizzico di magia nell'avvenire, visti i temi che ci attendono nel prossimo futuro.

Articoli correlati

Con Tipp10 le allieve e gli allievi imparano a scrivere con dieci dita. Ora possono accedere facilmente a questo servizio online tramite Edulog. Il direttore di Tipp10 Tom Thielicke spiega come questo semplifica la quotidianità di allieve e allievi e dei fornitori di servizi, e perché la svizzera è più avanti su questo tema rispetto alla Germania.

In un mondo digitale, la trasmissione dei diplomi e dei certificati di lavoro analogici pone problemi e genera una montagna di dati personali. I giustificativi digitali possono essere d'aiuto in questo senso, poiché migliorano due aspetti: la connettività – ovvero la trasmissione nel modo più semplice possibile – e il risparmio di dati di tali scambi. Nel quarto video della serie «Blockchain nella formazione» vi mostriamo come si effettua concretamente tutto ciò.

La casa editrice Éditions AGORA è stata incaricata dai cantoni della Svizzera francese di elaborare tutti i materiali didattici per l'insegnamento di «etica e culture religiose». Questi sono ora riassunti in un portale online accessibile tramite Edulog. Yves Dutoit, direttore di Éditions AGORA, parla di questa adesione e della digitalizzazione dei materiali didattici.