Lanciato dalla Conferenza delle direttrici e dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE), Edulog è in funzione da più di tre anni. Klett und Balmer, il primo editore di materiali didattici a unirsi a Edulog, è partner da quasi altrettanto tempo. Anche le scuole del Cantone di Appenzello Esterno fanno parte della rete di Edulog. Juri Schmid, insegnante di scuola elementare presso Wolfhalden, lavora con Edulog da poco più di un anno. Un'esperienza positiva, secondo lui.

Solamente una password unica

«Da allora, tutto funziona un po' più velocemente. I bambini hanno un solo login, non hanno più bisogno di una lista di password e nomi utente, che sono diversi dappertutto: una volta è il nome del bambino, un'altra è l'indirizzo e-mail e la terza è una combinazione di numeri.» Era infatti difficile per i suoi alunni dal quarto al sesto anno tenere traccia di tutto. Soprattutto perché queste liste tendono a perdersi.

Juri Schmid
«  I bambini non devono più pensare a dove hanno bisogno quale login. Risparmiamo tempo.  »

Juri Schmid, insegnante di scuola elementare

«Un altro vantaggio è che i bambini possono accedere a casa senza il mio aiuto. Prima ricevevo spesso dei messaggi dai genitori perché anche loro non avevano più una visione d'insieme. Ora posso sfruttare questo tempo in modo diverso», spiega Schimid. Edulog è inoltre una soluzione pratica per la preparazione delle sue lezioni, poiché nella vita scolastica di tutti i giorni Schmid lavora spesso con delle applicazioni come Schabi o Typewriter, che hanno collegato i loro servizi a Edulog. E che cosa spera per il futuro? «Che ci siano anche attori internazionali come Kahoot o Quizlet, ma questo non è probabilmente molto realistico», riassume l'insegnante di scuola elementare.

Questo articolo è stato tratto e modificato dalla rivista per i clienti «Rundgang» con la gentile concessione dell'editore Klett und Balmer.

Articoli correlati

Klapp semplifica la comunicazione tra il corpo insegnante, genitori e studentesse e studenti e permette di amministrare le informazioni importanti come messaggi, calendari e assenze in un unico luogo centralizzato. Questo servizio online è ora accessibile tramite Edulog. Karin Burkhalter, membro del comitato di direzione di Klapp, racconta di questa adesione.

Il concetto di «sovranità digitale» significa un utilizzo autodeterminato e sicuro delle tecnologie digitali. In questo modo è possibile sfruttare le opportunità e il potenziale della trasformazione digitale a beneficio di tutte e tutti. Kevin Saner, analista informatico presso Educa, spiega quali sono le conseguenze della sovranità digitale e il ruolo che Edulog può svolgere in questo ambito.

Edulog viene utilizzato anche nella formazione professionale. Il servizio online bin-educa supporta la formazione delle falegnami e dei falegnami in Svizzera. L'accesso tramite Edulog consente di risparmiare tempo durante le lezioni e contribuisce alla mobilità di apprendiste e apprendisti nei diversi luoghi di apprendimento.

Le direzioni scolastiche sono in prima linea per quanto concerne la digitalizzazione. Si trovano in mezzo alle tensioni tra il corpo insegnante, le alunne, gli alunni e i genitori. Thomas Minder, il presidente dell'associazione mantello delle direzioni scolastiche della Svizzera tedesca (Verband Schulleiterinnen und Schulleiter Schweiz VSLCH), parla delle sue esperienze e di Edulog.