100 anni fa (o quasi) Milton Ray Hartmann fondò la cooperativa «Centrale svizzera del cinema scolastico e popolare» dalla quale nacque l’attuale Educa. Egli aveva riconosciuto il potenziale del nuovo media, che era allora il film. L’ha reso accessibile alle scuole di tutta la Svizzera con degli apparecchi di proiezione portabili – una realizzazione pionieristica dello sviluppo delle nuove tecnologie per l’educazione.

Con il programma dell’anniversario Centanni, non guardiamo al passato ma volgiamo lo sguardo verso il futuro. Il sito multimediale centanni.ch rende visibili i progetti scolastici orientati al futuro. Il corpo insegnante e le direzioni della scuola dell’obbligo e del secondario, come pure i responsabili delle aziende formatrici e delle scuole professionali, sono invitati a presentare le loro esperienze innovative, esempi pratici e iniziative.

Intendiamo così promuovere la messa in rete al di là delle frontiere cantonali e linguistiche, lo scambio e l’apprendimento reciproco sulla strada del futuro. Nel corso dell’estate, la comunità educativa sarà invitata ad attribuire il «Topo d’oro» a uno dei progetti presentati, al quale verrà corrisposto un premio di 15'000 franchi.

Organizzeremo la consegna del premio del «Topo d’oro», e altri eventi legati all’innovazione digitale nell’educazione, tra settembre e novembre 2021, quale contributo alle Giornate digitali svizzere.

Articoli correlati

20.1.2021

Nel giugno 2020, un gruppo di ricerca di INDIRE (Istituto Nazionale di Documentazione per l’Innovazione e la Ricerca Educativa) ha condotto una indagine rivolta ai docenti italiani, allo scopo di conoscere le pratiche didattiche attuate dalle scuole durante il lockdown di primavera.

25.2.2021

Nella formazione professionale iniziale, i dati delle giovani e dei giovani sono creati in luoghi molto diversi. Tuttavia, al momento dello scambio di questi dati, si presentano numerose sfide. In questo contesto, una federazione dei dati può semplificare lo scambio di dati decentralizzati, come spiega Andreas Klausing nell’intervista.

17.9.2020

L’Istituto universitario federale per la formazione professionale IUFFP sostiene le scuole professionali nella loro trasformazione digitale con il programma tras:formazione. Con il sopraggiungere della pandemia, le esigenze delle scuole sono però cambiate radicalmente. Angela Schaniel, responsabile del programma tras:formazione, nell’intervista spiega l’impatto che questo ha avuto sul programma e le sfide che comporta.