La Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE) ha ratificato questo cambiamento in occasione dell’Assemblea plenaria del 29 ottobre 2020, il cambiamento è stato in seguito approvato anche dal Consiglio federale il 18 novembre 2020. La CDPE e la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI) hanno formulato il nostro mandato in questi termini: Educa esamina gli sviluppi tecnologici e li associa allo sviluppo della qualità dell’insegnamento nella scuola dell’obbligo (livello primario e secondario I), nella formazione professionale iniziale, nei licei e nelle scuole di cultura generale (livello secondario II). Pone, a livello nazionale, le basi dello spazio formativo digitale in tutta la Svizzera.

Illustration Bildungsraum
Immagine: Educa, Monika Rohner

Le reti ibride permeano le frontiere delle risorse d’apprendimento analogiche e digitali. Il mandato di Educa è quello di porre le basi, in tutta la Svizzera, del nuovo spazio formativo digitale.

L’utilizzo dei dati occupa uno spazio sempre più importante nelle nostre attività. Nell’ambito scolastico, la creazione della Federazione dei servizi d’identità Edulog (francese) è una prima realizzazione con la quale s’intende costituire uno spazio di fiducia su scala nazionale, tra la scuola dell’obbligo e le filiere del secondario II. A livello più sistemico, i dati sono una risorsa essenziale per lo sviluppo qualitativo dell’intero sistema educativo. Il rapporto «Dati nella formazione – dati per la formazione» (francese), pubblicato nell’estate 2019, fa da base per lo sviluppo di un servizio specialistico a questo scopo. Questo progetto s’inserisce nel campo d’azione «Formazione, ricerca e innovazione» della Strategia Svizzera digitale. 

 

Articoli correlati

15.12.2022

Nel quarto episodio del podcast audio sul rapporto «La digitalizzazione nell'educazione», analizziamo dove si situa la Svizzera in rapporto agli altri Paesi. Quali sono gli ostacoli e le condizioni quando si fanno dei confronti? E quali insegnamenti possiamo trarre?

28.4.2022

Come potrebbe essere in futuro l'architettura di uno scambio di dati sicuro e responsabile nella formazione professionale? Kevin Saner, analista di sistemi informatici presso Educa, presenta la sua visione di una federazione di dati per la formazione professionale e mette in evidenza il potenziale delle nuove tecnologie.

23.1.2023

Dal lancio del nostro sportello per l'utilizzo e la protezione dei dati, ci siamo occupati di un'ampia gamma di problematiche, che si presentano nella pratica: ad esempio di materiali didattici digitali, di dati personali o di servizi cloud. Questo ci ha permesso di raccogliere le prime esperienze, che verranno integrate nello sviluppo di una politica d'utilizzo dei dati a livello nazionale.